Guilin, Guangxi Zhuang, Cina.

“Le montagne più belle sotto il cielo” sorgono in verticale dalle acque del fiume Li.

In un’area di quasi 28mila chilometri quadrati nella Cina del sud, sorge la pittoresca città di Guilin, nome che significa ‘foresta di Cassia’ per via del grandissimo numero di queste piante in città. I cinesi dicono che le montagne ed i fiumi di Guilin sono i migliori esistenti sotto il cielo.
La sua storia parte nel 314 a.C. quando, sulle sponde del fiume Lijiang, nacque un piccolo villaggio ma è solo nel 111 a.C. sotto la dinastia Han che fu istituita la contea Shi An che è ritenuta la vera origine di questa città che prosperò sotto le dinastie Tang e Song e che era considerata come punto di connessione tra il governo centrale ed il confino dell’Impero Sud Occidentale. Quartier generale nel 1921 della Spedizione del Nord solo nel 1940 prese il suo attuale nome e nel 1981 divenne una delle quattro città cinesi dov’era prioritaria la tutela del patrimonio storico, culturale e paesaggistico dello Stato Cinese.
La sua regione presenta un clima subtropicale ed è caratterizzata da diverse formazioni di natura carsica.

lijang-river
La bellezza di Guilin è dettata dalle sue montagne che si innalzano poderose come per un magico gioco creando una scenografia davvero unica che ha generato il detto ” Spesso ho mandato agli amici lontani miei dipinti delle colline di Guilin, ma ben pochi hanno creduto ai loro occhi “.
Le montagne che partecipano a questo spettacolo, presentano nomi tipicamente cinesi: Collina dove si accumulano i colori; Collina della Proboscide dell’Elefante; la Collina delle Sette Stelle; Lipu shan; Fubo shan e Yaoshan shan che pare si ergano dal fiume Lijiang.
Intorno a Guilin altri sono punti panoramici di estremo interesse e caleidoscopica bellezza come la Collina delle Sette Stelle, insieme alla grotta omonima e alla Grotta dei Flauti a Canne; la Caverna del Vento; Ling gu; Diecai shan; Duxiu feng e Huanzhun dong.
La città moderna di meno di settecentomila abitanti, è di netto contrasto con il panorama che si può apprezzare uscendo dal centro e che catapulta il visitatore all’interno di un mondo incantato dove il tempo pare essersi fermato a molti secoli fa. Una speciale atmosfera questa, che è stata sfruttata come location in diverse pellicole e racconti e, perfino raffigurata in una banconota da 20 RMB.
A tutti coloro che saranno così fortunati da visitare Guilin, il nostro suggerimento di viverla pienamente e di apprezzare il fatto che a volte, i sogni diventano realtà.

(1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Comments are closed.