Un itinerario alla scoperta dell’Umbria

Se state organizzando le vostre vacanze in Umbria troverete utile questo itinerario realizzato da Bella Umbria, dell’area di Perugia nel quale percorreremo quattro bellissime cittadine umbre. Partendo da Foligno, ci sposteremo ad Assisi, poi a Guando Tadino, fino ad arrivare a Gubbio.

Tra le città più note dell’Umbria c’è Foligno, la terza in ordine d’importanza dopo le province di Terni e Perugia, dove sono custoditi numerosi siti culturali e artistici di era medievale. E’ da qui che partirà il nostro itinerario: all’interno del borgo storico si possono visitare la Chiesa di Santa Maria Infraportas e di San Domenico che sorgono proprio nella Piazza dedicata a San Domenico. La chiesa di San Francesco ricca di affreschi ben conservati risale al ‘200 e si trova nella Piazza che prende il nome dal monumento religioso. Inoltre anche in Piazza Garibaldi e in Piazza San Giacomo si trovano due splendide chiese omonime. Da queste piazze si giunge in quello che è considerato il centro cittadino della vita pubblica, simbolo di storia e cultura di Foligno, la Piazza Grande, sulla quale si affaccia l’imponente Palazzo Trinci. Dopo aver visitato musei e chiese si può alloggiare in uno degli agriturismi umbri per poi ripartire il giorno seguente in vista di un’altra meta.

Dopo una notte riposante si riparte in vista di un’altra città umbra importante a 20 minuti da Foligno, stiamo parlando di Assisi, dimora terrena di San Francesco e meta turistica di migliaia di turisti in cerca di relax e spiritualità dove oltre a poter visitare la Basilica che porta il suo nome, inserita nel 2000 nella lista dei complessi monumentali Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, si può vedere la Basilica di Santa Chiara, il convento di San Damiano, l’Ermo delle Carceri e Santa Maria degli Angeli. Dalla Rocca Maggiore, edificio pubblico di età medievale, c’è una vista davvero suggestiva e si può ammirare Assisi dall’alto.

A circa 30km da Assisi si può visitare Gualdo Tadino, che si presta in modo particolare come base per un week end interessante tra borghi ricchi di opere d’arte, edifici e monumenti che meritano qualche foto ricordo. Oltre ai monumenti storici questa cittadina e le sue piccole frazioni offrono l’opportunità di trascorrere giornate immersi nella natura e nello sport: numerosi sono parchi, riserve naturali, itinerari a cavallo o in auto, mountain bike e trekking. Da non perdere è senz’altro la Rocca Flea costruita da Federico II nel 1237, di origine medievale ma più volte restaurata, preserva ancora oggi le mura con torrioni angolari che circondano un cortile del ‘300. Gualdo Tadino è una delle città d’Italia più pittoresche per l’aspetto medievale rimasto invariato nei secoli.

L’atmosfera medievale si respira anche a Gubbio, altra cittadina perugina che ha mantenuto nel corso del tempo lo spirito e le tradizioni più antiche anche grazie alle rievocazioni storiche e le feste che ogni anno vengono sostenute da tutti i cittadini, che hanno mantenuto nelle loro tradizioni anche l’ospitalità, questo è testimoniato dal calore che si respira se si sceglie di fermarsi in uno degli agriturismi di Gubbio prima di ripartire verso casa. Il centro turistico principale di Gubbio è Piazza della Signoria dove spicca il Palazzo dei Consoli, risalente al XIV secolo, al cui interno si trovano il Museo Civico e la Pinanoteca e testimoniano la potenza politica e militare di Gubbio a quei tempi. Da questa piazza, chiamata anche Piazza Grande, si può ammirare uno splendido panorama della città e delle colline circostanti. Altre mete da nome perdere a Gubbio sono senz’altro il Duomo e il teatro romano.

(No Ratings Yet)
Loading...

Comments are closed.