I Viaggi del Gusto

Strade del Vino in Val d’Aosta

strade-del-vino-val-daosta

Inutile dire che la Val D’Aosta è una di quelle regioni ricca di viticultori che apprezzano il loro lavoro e realizzano vini con passione ed impegno ma soprattutto con un’esperienza dettata da tanti anni di duro lavoro nelle vigne dove la tradizione si è tramandata da padre in figlio.

Fin dall’epoca romana, la Valle d’Aosta ha potuto beneficiare di un clima estremamente favorevole all’uva che cresce da sempre superbamente grazie alla presenza delle Alpi che la proteggono dall’arrivo di correnti di aria fredda e umida.
La viticoltura attualmente, rappresenta per questa regione divenuta autonoma, una fonte di reddito non indifferente.
I vini locali infatti, godono di fama nazionale ed internazionale ed hanno potuto prendere la denominazione D.O.C. con significativi riconoscimenti.
Attualmente, la denominazione D.O.C. Valle d’Aosta è suddivisa in 7 sottodenominazioni di zona e 19 sottodenominazioni di vitigno.
Per disciplinare queste denominazioni, vengono usate per quelle di zona, aggettivi come bianco, rosato e rosso mentre per sottolineare le sottodenominazioni di vitigno, vengono utilizzati aggettivi come passito, novello o spumante.

Con grande maestria e tenacia, vengono prodotti vini dal sapore ineguagliabile e dal colore trasparente e limpido.
E’ importante menzionare tra i vini rossi, quelli più rinomati come l’ Arnad-Montjovet, il Merlot, il Gamay, il Nebbiolo, il Nus, il petit rouge, il Pinot nero e tantissimi altri vini di profondo pregio.
Naturalmente anche i vini bianchi posseggono qualità e colore di gran fama basti ricordare il Blanc de Morgex et de La Salle, il Pinot grigio, il Pinot nero vinificato bianco, il Nus Malvoise, lo Chardonnay e tantissimi altri.
La medesima cosa vale per i vini rosati anch’essi dall’inconfondibile aroma a volte tannico e a volte speziato come il Nebbiolo rosato.
Da menzionare doverosamente sono anche gli spumanti come Blanc de Morgex et de La Salle ed i passiti come il Blanc de Morgex et de La Salle Vendemmia Tardiva lo Chambave Moscato Passito e lo Chardonnay Vendemmia Tardiva.

Da non dimenticare assolutamente le grappe della Valle d’Aosta, ottime e rinomatissime in tutta Europa.
Ricordiamo la Grappa di Fumin ,la Grappa di Müller Thurgau, la Grappa di Chambave Moscato Passito e tantissime altre altrettanto gustose e da degustare in compagnia.

La Route des vins come viene chiamata in lingua locale la strada del vino della Valle d’Aosta, porta inevitabilmente presso chi lavora nei vigneti con passione ed impegno sfidando temperature e condizioni climatiche, a volte disastrose.
Per quanto riguarda i vini del Monte Bianco, bisogna annoverare aziende come Brunet Piero, Celegato Carlo, la Crotta de la Meurdzïe di Vevey Marziano e Pavese Ermes.
Si tratta di aziende private o di cooperative ossia di viticultori che operano per conto proprio o di piccole ditte produttrici di vino che unite tra loro, approvvigionano le enoteche.

Le Strade del Gran Paradiso ci portano invece verso aziende vinicole come Les Granges, la Quinson Pierre Philippe, la Praz Constantin, Rosset Nicola ed altre innumerevoli aziende sia private che in cooperazione.

Sulla strada del Monte Rosa troviamo l’azienda di Bonin Dino e la Caves Coopératives de Donnas e quest’ultima è una antica cooperativa che si è riunita già dal 1971 per garantire la qualità del vino.

0 Comments
Share

Redazione

La Redazione di E-Viaggiare.it è composta da autori che si occupano di scrittura in differenti ambiti. Attraverso questo blog vogliamo dare spazio alla nostra passione per il viaggio in tutte le sue forme.