I Viaggi del Gusto

Valentini – Trebbiano d’Abruzzo 2007

valentini-trebbiano-dabruzzo-2007

Tra i 50 vini migliori a livello Italiano vi è senza ombra di dubbio il Trebbiano d’Abruzzo 2007 ( la maggior parte della produzione si concentra nelle provincie di Pescara, Teramo e anche dell’Aquila) prodotto dall’azienda di Francesco Valentini.

Questa azienda nasce nel 1650, con 200 ettari di cui solo 65 ettari a vigneto,con sede a Loreto Aprutino. A partire dal 1972, questo vino è stato tutelato dal marchio di denominazione di origine controllata, oggi finalmente inizia a dare i suoi frutti, di fatti in Abruzzo ricopre all’incirca 14.00 ettari.

Tutta la regione è fiera di tale riconoscimento, lo afferma anche il presidente Chiodi che tende a lodare l’azienda Valentini, che porta avanti questa passione da anni ed anni, con costanza, fiducia e soprattutto amore per il proprio prodotto .Inoltre esso presenta numerose caratteristiche, partendo dalla materia prima. Il frutto giunto a maturazione presenta un grappolo abbastanza grande e dalla forma a piramide. Questa varietà difficilmente viene colpita dalle malattie. E inoltre apporta grandi quantitativi di vino.

Il prodotto finale, non che il vino, presenta una colorazione gialla con dei riflessi tendenti al verde chiaro, un odore leggero quasi fruttato,simile all’aroma che emana una mela. Inoltre ha un sapore fresco con un retrogusto simile a quello delle mandorle. Questo vino si sposa bene sia con i primi piatti, con legumi e ortaggi ma anche con piatti a base di pesce cucinati in diverse modalità.

Il Trebbiano d’Abruzzo del 2007 si presenta con una elevata gradazione e lo stesso vale per l’acidità è in più molto corposo e longevole, il tutto molto probabilmente affermano gli esperti grazie al clima abbastanza siccitoso degli ultimi decenni. Un’altra caratteristica molto importante deriva dalla modalità di fermentazione per ottenere il Trebbiano d’Abruzzo. Vi sono aziende ad esempio che adottano direttamente vasche costituite di acciaio altre invece prediligono metodi tradizionali attraverso l’utilizzo di botte fatte di legno, dove il vino viene lasciato a fermentare anche per un periodo di un anno ancor prima di essere conservato nelle bottiglie di vetro.

0 Comments
Share

Redazione

La Redazione di E-Viaggiare.it è composta da autori che si occupano di scrittura in differenti ambiti. Attraverso questo blog vogliamo dare spazio alla nostra passione per il viaggio in tutte le sue forme.