Terme italiane per vacanze benessere e tanto relax

Organizzare una vacanza benessere e alle insegnanti il relax non è difficile, in Italia vi sono moltissime Spa e centri benessere organizzati, e che offrono servizi di grande qualità, passare le ferie in un centro termale, non troppo lontano dalla propria casa può essere l’alternativa vincente per creare un periodo di riposo che possa rigenerarci ridarci l’energia necessaria ad affrontare un nuovo anno di lavoro.

Le terme top in Italia

Le terme in Italia, soprattutto nel nord Italia sono veramente tante, si parla di più di dieci centri benessere certificati, dove è possibile trascorrere piacevoli ore di relax,  e assicurare benessere al corpo. C’è solo l’imbarazzo di scegliere qual’è il posto che più abbraccia i nostri gusti e le proprie possibilità economiche; dalle Terme di Pré Saint Didier ai Bagni Vecchi di Bormio, fino alle Terme di Abano, a quelle di Montegrotto,  Sirmione e Dolomia.

Terme di Bormio

I bagni vecchi di Bormio si trovano in Valtellina, è uno degli stabilimenti termali più famosi e suggestivi di tutta l’Europa, l’esperienza naturalistica è indimenticabile, in un luogo ricco di storia. Chi prenota una vacanza a queste Terme ha la possibilità di vedere i bagni Romani all’interno di Grotte secolari, sorgenti millenarie, e piscine panoramiche a cielo aperto, costruite a picco sulla vallata di Bormio, dove si è circondati da un panorama veramente mozzafiato.

Sirmione e Dolomia

Stessa bellezza e stesso incanto per le terme di Sirmione. Anche queste sono in Lombardia ed è la località termale più di lusso in Italia. Sirmione è una cittadina incantevole e i suoi stabilimenti termali sono tra i più avanzati e organizzati di tutto il nostro Paese, offrono una grande varietà di trattamenti, e moltissime strutture che completano l’offerta di questa località esclusiva.  Le terme di Dolomia invece si trovano in Trentino, posizionate sulle Dolomiti, precisamente in Val di Fassa. Dove il paesaggio è dominato dalle montagne, l’aria pulita e tersa, e la natura è davvero incontaminata;  è uno dei luoghi più adatti per una vacanza finalizzata a ristabilire il proprio stato di salute e il proprio stato energetico. La zona è molto bella da visitare anche grazie ai numerosi parchi della zona, che con i loro colori invernali regalano uno spettacolo da veramente unico.

Pré-Saint-Didier e Abano terme

Le terme di Pré-Saint-Didier sono in Val d’Aosta, sono le terme ai piedi del monte Bianco, e hanno più di 40 percorsi termali; qui il relax è veramente il diktata assoluto,  prenotare una vacanza a queste Terme significa davvero lasciarsi coccolare dalle acque calde termali che sgorgano dalla montagna, i servizi offerti sono più di 40. Le Terme di Abano invece sono in Veneto, splendide per rilassarsi con le sue piscine meravigliose, è una struttura termale di grande lusso, la cittadina conta 19000 abitanti ed è in provincia di Padova.  Abano è uno dei centri termali più importanti in Europa e non a caso tutta la città vive e si è sviluppata intorno al Business  delle Terme.

Montegrotto e Salsomaggiore

Le terme di Montegrotto così come quelle di Abano si trovano in Veneto,  ai piedi dei Colli Euganei, sono immerse in un parco dove sono presenti cinque piscine termali in cui immergersi per l’intera giornata, godendo del benessere di queste acque sulfuree e tiepide, le piscine sono infatti il luogo più magico delle Terme, dove abbandonarsi a un relax totale. Spostandoci leggermente verso il centro Italia troviamo alle Terme di Salsomaggiore, situate a circa 32 km da Parma, le acque termali di queste Terme sono salsobromoiodiche, nell’antichità erano utilizzate dai celti e dai romani per estrarre il sale da cucina. Per lungo tempo le proprietà straordinarie di queste terme rimasero sconosciute; fino al 1839 anno in cui si ebbe l’impulso di trasformare questo luogo in un centro di cura di benessere, grazie al medico condotto Lorenzo Berzieri che si rese conto delle proprietà curative di quel posto.

Castrocaro

Dai pozzi dalle quali sgorgano le acque termali si estrae anche un fango ricchissimo di minerali e miscelato a un’argilla particolare, sempre raccolta nella zona e lasciato maturare per circa 2 anni viene utilizzato per applicazioni curative di vario tipo e per varie patologie sia ossee che di altra natura. Nel viaggio alle terme italiane è da citare anche Castrocaro, il suo stabilimento termale è attivo dal 1843, si suddivide in tre edifici, situati all’interno di un parco che supera gli otto ettari di grandezza, e che fu  progettato da Fiorentino Boboli;  il complesso è un ambiente assolutamente rilassante e raffinato, vi sono impianti per praticare sport e per il divertimento; alle cure termali tradizionali sono stati aggiunti negli ultimi anni anche alcuni poliambulatori specialistici attrezzati per il benessere e la riabilitazione.

Terme di Porretta e di Chianciano

Terme di Porretta, sono antiche hanno infatti oltre 2000 anni. La leggenda narra che fu grazie a un bue ammalato. incapace di reggere l’aratro. che lasciato libero dal suo padrone si tuffò in queste acque, le cui proprietà curarono le zampe stanche e malate dell’animale;  grazie alla fonte termale ritrovò il vigore e la forza di lavorare con il contadino.  Infatti il bue è l’emblema delle Terme di Porretta. Passiamo a Chianciano Terme in provincia di Siena, una delle stazioni termali più note in Europa, sono famose le sue acque, e i grandi parchi dove sorgono anche molti moderni hotel, dotati di centri benessere, beauty farm e Spa; le acque di Chianciano hanno proprietà benefiche per il fegato, e oltre che alle abluzioni normali, vengono consigliate anche per il consumo, sia a tavola che lontano dai pasti, ottime per i disturbi delle vie biliari e per le vie respiratorie, le acque di queste Terme sono ricche di calcio, possono presentare un mezzo di prevenzione anche per l’osteoporosi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *