I viaggi avventura: vedere il mondo in gruppo

I viaggi avventura sono una forma di turismo dedicata semplicemente all’esplorazione di zone del pianeta particolarmente ricche di caratteristiche e paesaggi naturali, sono viaggi dove i soggiorni negli hotel di lusso sono assolutamente da escludere ma comprendono un’infinità di attività interessanti e nuove per chi conduce una vita normale in città .

Viaggiare, conoscere, divertirsi

I viaggi avventura possono essere organizzati per gruppi alla scoperta dei cinque  continenti nel corso dei quali si può fare anche alpinismo e trekking, sfidando le vette più alte delle catene montuose di tutto il mondo, solitamente sono viaggi sempre organizzati in gruppi di vario tipo, ad esempio: gli under 45 oppure intere famiglie con bambini alla scoperta del mondo, con itinerari adatti anche ai più piccoli.

Le tipologie di viaggio avventura

Generalmente sono viaggi con alberghi prenotati, nella misura in cui è possibile pernottare o effettuare delle soste durante il programma di viaggio, che può comprendere anche crociere in barca a vela, sia in Italia che nel resto del mondo, oppure raid  sulle piste e sulle strade del mondo; per chi ama  viaggiare in moto, il viaggio avventura può comprendere anche immersioni e snorkeling nei mari delle regioni visitate, i viaggi sono quasi sempre in offerta con riduzioni e sconti soprattutto per grandi comitive, e anche i voli vengono offerti a pacchetti e in forma low cost, per viaggi individuali o per gruppi di più persone.

Emozionante, a volte un po’ scomodo ma imperdibile

Questi tipi di viaggio sono soggetti a dei regolamenti specifici, i partecipanti ai viaggi avventura devono essere ben coscienti che questo tipo di vacanza è completamente diversa dai tradizionali viaggi organizzati, per aspetti unici e originali;  il turismo organizzato in materia di avventura però può anche non comprendere prenotazioni e servizi in alberghi o per mezzi di trasporto necessarie alla realizzazione del viaggio quindi è una forma di vacanza assolutamente flessibile,  anche se per certi versi in alcuni casi si può rivelare leggermente scomoda. 

Una piccola comunità nomade

L’itinerario di un viaggio d’avventura può anche subire delle variazioni, delle modifiche in corso di viaggio stesso, e l’autogestione dell’organizzazione globale di questa forma di vacanza implica il coinvolgimento anche di ogni partecipante, nell’organizzare i servizi non prenotati. In questo modo si evitano i canali del grande turismo organizzato e si può inserirsi nella realtà dei paesi che si vanno a visitare in maniera più diretta e approfondita; i viaggi avventura  sono sempre diretti da un coordinatore, ovvero  un capo base; che organizza sia l’itinerario che le soste e la vita di gruppo in pratica.

La cassa comune

Chi decide di fare un viaggio di questo tipo si aggrega a una piccola comunità nomade autogestita, democratica ed unita e deve sapere affrontare un’esperienza di vita intensa, umana, ma totalmente differente dalle solite vacanze, la buona riuscita di questo tipo di vacanza dipende molto dall’armonia e dalla collaborazione  che si crea tra i partecipanti, che devono essere disponibili, aperti nei confronti dei compagni, curiosi e dotati di una buona dose di adattamento.  Nel corso dei viaggi avventura di solito viene costituita una cassa comune del gruppo,  costituita dai versamenti di tutti i partecipanti, compreso il coordinatore; questo denaro viene utilizzato per pagare ogni servizio non compreso nella quota di partecipazione, è necessario per fare fronte nel corso del viaggio a necessità improvvise.

Soste obbligate

Infatti  l’utilizzo della cassa comune di solito è dedicata alle soste in alberghetti o ristoranti di medio livello che si possono incontrare lungo il percorso, e ai quali si accede per necessità dovuta al territorio altre problematiche di viaggio  magari in giorni di particolare maltempo;  all’inizio del viaggio il gruppo stesso deve eleggere un cassiere, ovvero un compagno di viaggio che si occuperà lungo tutto il percorso della gestione del fondo cassa comune,  e che terrà ogni spesa annotata su un apposito libro cassa consegnato alla partenza.

Rispettare i Paesi visitati

Generalmente il mezzo di trasporto scelto per questo tipo di vacanza è sempre sottoposto alla difficoltà, la lunghezza dell’itinerario e la distanza del luogo da raggiungere, si possono Infatti organizzare viaggi avventura anche con auto a noleggio oppure raggiungere la destinazione più vicina in aereo e poi proseguire con altri mezzi verso la destinazione finale.  Partecipare a un viaggio avventura significa anche essere consapevoli di dover rispettare le leggi i costumi e la cultura dei paesi che ospiteranno il gruppo. Queste in linea di massima sono le regole standard applicate dai brand che organizzano i viaggi avventura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *