Montefabbri: il borgo marchigiano dove il tempo si è fermato

Per chi ama effettuare viaggi d’arte c’è un luogo interessante da visitare, molto bello e suggestivo, stiamo parlando di Montefabbri, un borgo che risale al 1400, situato nel cuore delle Marche. Questo piccolo paese custodisce delle bellezze immutate nel tempo, e si trova lungo l’antica via che collega le città di Urbino e Pesaro,  proprio sulla strada di collegamento sorge Montefabbri, un borgo come già detto davvero antichissimo, che è inserito nell’elenco dei borghi più belli d’Italia.

Un dipinto antico da visitare a Montefabbri

Questo piccolo paese rinascimentale svetta sulla cima di un colle, del crinale che da Colbordolo porta direttamente alla città di Urbino, la bellezza di questo posto lascia senza fiato, e nella vista d’insieme il paesaggio pare quasi un dipinto; attraversando le stradine di Montefabbri che arrivano al centro storico si ha davvero la sensazione di camminare in un luogo antichissimo, come se fosse stato fatto un salto all’indietro nel tempo.

Santa Marcellina

Il borgo, davvero piccolissimo e raccolto è dominato dalla chiesa di San Gaudenzio dove si possono ammirare gli stucchi più antichi delle Marche;  qui, tra i vari stucchi e affreschi che risalgono quasi tutti alla fine del XVII secolo, spicca quello che raffigura San Francesco da Paola raccolto in preghiera, che ha una dotazione che si aggira intorno al 1867. Dalla torre campanaria si ammira il paesaggio circostante formato da basse colline e viottoli di campagna dove regna una grande tranquillità ed è possibile ascoltare il canto degli uccelli; anche all’interno della torre sono custodite molte opere d’arte e soprattutto le spoglie di Santa Marcellina la patrona di Montefabbri.

L’arte e la religione

Passeggiando e oltrepassando la cinta muraria,  passando sotto l’arco dove anticamente era era attivo il ponte levatoio, ci si trova proprio di fronte alla Madonna Lattante realizzata in pietra arenaria risalente al XV secolo; un altro luogo religioso da visitare è la chiesa di San Giovanni Battista, una chiesa di stile romanico. All’interno c’è la statua della Madonna col bambino e i dei santi, una pregevole tela di Claudio Ridolfi della scuola Veronese dell’epoca.

Villa Albani

Infine ma non ultima per bellezza assolutamente da visitare è la Villa Albani, un’antica casa patrizia di campagna che si trova nella frazione di Morciola;  per effettuare un tour completo di questa zona bellissima dell’Italia, da Montefabbri si può proseguire per le città circostanti come Gradara, San Leo e Urbino.  Da Montefabbri si possono organizzare anche passeggiate in collina a piedi o in bicicletta perché alcuni anni fa sono stati costruiti  molti percorsi dedicati alle mountain bike.

Le prelibatezze marchigiane a Montefabbri

Per quello che riguarda il ristoro Montefabbri offre il meglio dei prodotti tipici della zona, tra cui il vino e l’olio, così come la piadina e la crescia  da consumare accompagnata dai salumi locali, dai funghi, e dei tartufi, da provare assolutamente il pregiato il pecorino e il formaggio di Fossa, tutti i sapori genuini di una terra e di un borgo che pare essersi fermato nel tempo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *