Visitare Oslo

Oslo, Capitale della Norvegia con una popolazione di circa 636 mila abitanti, è una città che ti sorprenderà sotto molti aspetti. Dista due ore e mezzo di volo dall’Italia e si trova nella Scandinavia, nella parte nord occidentale della stessa, protesa verso l’artico. In territorio norvegese si trova, infatti, il mitico Capo Nord, meta di moltissimi turisti attratti dal fascino del grande freddo e delle aurore boreali, molto frequenti in queste zone.

Dove si trova Oslo

La Norvegia è una nazione che si estende parecchio verticalmente fino a giungere nei pressi dell’artico mentre la sua capitale Oslo si trova nella parte più meridionale della Nazione.

La sua latitudine, infatti, corrisponde a quella di San Pietroburgo e il suo clima è in qualche modo mitigato dalla sua altezza a livello del mare che apporta anche una temperatura fredda, certamente ma ancora piuttosto temperata.

Oslo venne fondata da Re Harald nel 1048 e divenne Capitale della Norvegia nel 1814. Lo sviluppo della città la portò a crescere fino all’estensione attuale di 454 Km/q ma il territorio è occupato per oltre il 50% da boschi. Arrivando con l’aereo si apprezza immediatamente la caratteristica di città verde e la sua collocazione nel territorio.

Quando andare a Oslo

Credo tutti abbiano sentito parlare dei tanto rinomati Fiordi Norvegesi, ampie e frastagliate insenature in cui spesso si riversano imponenti ghiacciai.

Oslo è posizionata al fondo di un ampio fiordo della profondità di oltre 100 metri e, come detto, la sua temperatura è mitigata dalla corrente più calda che scorre nei suoi pressi, donando alla città un clima inaspettatamente tollerabile anche durante l’inverno che in Norvegia si fa sentire particolarmente.

La visita ad Oslo, per questo, è indicata sia d’estate quando il sole sembra non voler tramontare, sia d’inverno quando la caratteristica artica del sole che non vuole sorgere per molti mesi si evidenzia anche in questa città, donando ad Oslo un’atmosfera di particolare romanticismo.

Come Visitare Oslo

Il primo consiglio che si può dare a chi intende visitare Oslo è di acquistare la Oslo Pass, una card che consente l’ingrasso gratuito a 30 musei e attrazione e il trasporto gratuito sui servizi di trasporto cittadini, compresi i battelli di linea. Sempre con la Oslo Pass puoi entrare gratuitamente in alcune piscine della città o approfittare di visite guidate.

Oslo è una città molto avanzata dal punto di vista ambientale. Da quest’anno, se verrà confermato il progetto, tutto il centro cittadino sarà interdetto alle auto mentre la politica nazionale sta incentivando fortemente l’acquisto di auto elettriche.

A Oslo non troverai nemmeno una pagliuzza per terra, ancora meno nei tanti parchi cittadini, a meno che qualche turista maleducato non provveda a sporcare. I norvegesi sono molto sensibili a questo aspetto e finiresti per essere pesantemente multato per un semplice pezzo di carta per terra.

Non vedrai rifiuti per la città perché questi vengono rigorosamente raccolti e inceneriti per fornire riscaldamento alle case.

Cosa Vedere a Oslo

Sono molte le cose da vedere a Oslo, noi te ne proponiamo poche ma belle, lasciando a te la scoperta del resto.

Il quartiere di Aker Brygge

Si tratta di un quartiere rinomato nella capitale norvegese, è la parte della città in cui si trova il molo che si affaccia sul celebre fiordo che ospita la città. Un tempo era sede dei Cantieri navali ma la riqualificazione dell’area l’ha completamente trasformato.

Oggi questo quartiere ha nuove costruzioni, una notevole modernità dove sono presenti locali e ristoranti ed è diventato il luogo di ritrovo dei cittadini. La modernità convive con il vecchio faro che, curiosamente, ospita anche un antico orologio.

Altre cose da vedere

9 Km di passeggiata attendono le persone che desiderano godersi il lunghissimo lungomare ma è anche possibile recarsi alla fortezza Akershus, un castello medievale che vale la visita.

Gli amanti dell’arte non potranno perdere la visita alla Galleria Nazionale che, tra moltissime opere, ospita anche il celebre Urlo di Munch.

Ancora una segnalazione è per il Parco Froqner che ospita 212 opere scultoree di uno stesso artista, il norvegese Gustav Vigeland, assolutamente da vedere; ciò che stupisce p che su nessuna di queste sculture si trova il benché minimo segno come certamente sarebbe in un qualsiasi parco con sculture nel nostro paese e merita anche particolare plauso la manutenzione che permette di godere di un parco perfetto, senza il minimo disordine o sporcizia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *